Razionale Scientifico

Molti sono stati i progressi recenti nella classificazione nosografica, nelle conoscenze biologiche, nel trattamento quanto più possibile “targettato” dei linfomi aggressivi. Tuttavia, sono parecchi gli aspetti ancora controversi La revisione del 2016 della WHO ha formalizzato l’eterogeneità istologica e molecolare dei linfomi diffusi a grandi cellule B, (DLBCL) ma ha lasciato ancora sub judice alcune entità anatomo-cliniche definite “provvisorie” di incerto approccio terapeutico. Nel linfoma mantellare sono ancora in via di definizione le varianti istologiche e le relative aberrazioni genetiche, per le quali le terapie note possono non essere quelle ottimali. La “cell of origin (COO)” è stata ormai codificata nell’ambito dei DLBCL, con la identificazione delle forme GCB e delle forme ABC, ma le specifiche indicazioni per il trattamento secondo una medicina di precisione sono sono ancora poco chiare. Inoltre, il riarrangiamento del c-MYC, insieme alla frequente associazione con traslocazioni di Bcl-2, e, in misura meno frequente, di Bcl-6, ha portato alla categorizzazione dei linfomi “double or triple hit”, che si accompagnano ad una modesta risposta ai trattamenti convenzionali e quindi necessitano di terapie alternative. Infine, il ruolo della terapia con i CAR-T nei DLBCL è in fase di rapida definizione con il veloce incremento delle esperienze e delle casistiche nazionali ed internazionali, ma presenta tuttora parecchi punti oscuri in termini di tossicità a breve e a medio termine e in termini di esigenze organizzative

Programma

Moderatori

F. Gherlinzoni (Treviso), G. Semenzato (Padova)

ore 14.30
Linfomi diffusi a grandi cellule B: focus sulle provisional entities – S.A. Pileri (Milano)

ore 15.15
Linfomi mantellari: focus sulle varianti istologiche e sulle aberrazioni genetiche – C.Visco (Verona)

ore 15.45
Linfomi diffusi a grandi cellule B: focus sugli aspetti biologici ed implicazioni per il trattamento – F. Piazza (Padova)

ore 16.15
Linfomi diffusi a grandi cellule B: focus sul management del sottotipo ABC e delle varianti con riarrangiamento del cMYC
P.M. Stefani (Treviso)

ore 16.45
Linfomi diffusi a grandi cellule B : focus sulla terapia con CAR-T – M. Ruggeri (Vicenza)

ore 17.15 – 17.30
Conclusioni – F. Gherlinzoni (Treviso)

La registrazione è gratuita e va effettuata entro e non oltre il 1 ottobre 2020.. Al termine dell’iscrizione verrà inviata un’email di conferma con le credenziali di accesso alla FAD.
Per accedere alla FAD il giorno dell’evento, cliccare sulla sezione FAD presente sul sito www.linfomiaggressivi.it, inserendo le credenziali ricevute via email.

0Giorni0Ore0Minuti0Secondi

ECM- FAD SINCRONA

La FAD sincrona prevede la partecipazione all’attività formativa attraverso una piattaforma multimediale dedicata (webinar), che sarà fruibile in diretta attraverso una connessione ad internet. La sincronicità della partecipazione prevede il collegamento dei discenti agli orari prestabiliti dal programma formativo, garantendo l’interattività con i docenti attraverso un sistema di messaggistica. La partecipazione viene rilevata attraverso la registrazione degli accessi alla piattaforma durante la sessione di formazione che verrà registrata e resa disponibile per una fruizione asincrona/ripetibile, come supporto alla compilazione del questionario ECM
La verifica di apprendimento dovrà essere effettuata entro 3 giorni dalla data dell’evento: il superamento di tale verifica darà diritto ai crediti e al relativo attestato ECM.

Per quanto riguarda l’attestato di partecipazione si prega di fare riferimento all’indirizzo ercongressi@ercongressi.it

• Provider Studio ER Congressi SRL – ID 828 -300039

• N. 4,5 crediti formativi destinati alle figure di Medico Chirurgo (discipline: ematologia, oncologia, allergologia ed immunologia clinica, anatomia patologica, medicina interna), Biologo e Infermiere

• Obiettivo formativo: Linee guida – protocolli – procedure

con il contributo non condizionante di

© Copyright - Linfomi aggressivi - Segreteria Organizzativa E.R. Congressi